Post in evidenza

Rear Windows 13 e 14 Luglio.

10/07/2018

Un richiamo al celebre film di Hitchcock “La finestra nel cortile” segnala, invece, il ritorno nel mitico cortile delle scuole elementari che per molti anni ha ospitato i concerti del Festival prima che Roccella si dotasse di strutture quali il Teatro al Castello, l’Auditorium Comunale e l’ex Convento dei Minimi. “Rear windows – I concerti nel cortile”, infatti, è il nome della mini rassegna che si terrà il 13 e il 14 luglio nello spazio che si guadagnò una menzione clamorosa in un articolo del Corriere della Sera: “…Nello squallido cortile di una scuola elementare si svolge uno dei più originali festival del jazz del mondo…”. Era questo, infatti, il sottotitolo di un lungo articolo scritto dal grande giornalista Vittorio Franchini che rese celebre il Festival anche se generò delle aspre polemiche. Nella memoria collettiva, però, resta lo spazio magico che ha ospitato i concerti memorabili di Ornette Coleman, George Russell, Chick Corea, Charlie Haden, Richard Muhal Abrams, Carla Bley, Don Cherry, Cecil Taylor e tanti altri. In questa occasione, invece, vedrà come protagonisti alcune vecchie e nuove leve del jazz italiano.

 

     Ad aprire la rassegna sarà Gabriele Mitelli con il suo progetto “The world behind the skin”. Il giovane musicista bresciano è considerato ormai uno dei grandi nuovi talenti del nostro paese. Vincitore del “Premio Top Jazz 2017 – Migliore talento” si distingue per la passione per l’uso di vecchi strumenti. A Roccella, infatti, presenterà un progetto sviluppato con la cornetta e il supporto dell’elettronica. A seguire Imago Trio, composto da Luciano Caruso al sax soprano, Andrea Massaria alla chitarra elettrica e Raul Catalano alla batteria. Progetto all’insegna dell’improvvisazione con musiche ispirate da cineasti dell’inizio del Novecento come Man Ray, Marcel Duchamp e René Clair.

   Il primo set della seconda serata vedrà impegnati tre musicisti di grande esperienza come Carlo Caligiuri alla batteria, Max Tempia al piano e all’organo Hammond e Giovanni De Sossi al contrabbasso. E’ un concerto che segnerà il ritorno in Calabria di Max Tempia, grande virtuoso dell’organo Hammond e componente della Zago Boogie Band, celebre formazione del Maurizio Costanzo Show.  Chiuderà la mini rassegna il quartetto del sassofonista siciliano Orazio Maugeri che avrà come compagni di viaggio Francesco Scaramuzzino alle tastiere, Pino Delfino al contrabbasso e Antonio Petralia alla batteria. Orazio Maugeri, che vanta una vasta attività concertistica e discografica con famosi musicisti italiani e stranieri, dalla musica Jazz alla musica etnica, dalla musica d’autore alla musica contemporanea, presenterà uno dei suoi ultimi progetti.

 

Condividi su Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza